G.F. Straccabike

Gara: Straccabike

Atleti: Ghiselli Michele, Roselli Michele, Mari Alessandro e Talozzi Federico

Località: Pratovecchio (AR)

Partecipanti: 900

KM: 55km

Dislivello: 1950m

 

Ghiselli Michele classificato 5° di categoria e 36° assoluto

Descrizione gara: Percorso e organizzazione impeccabile come al solito , unico neo la strada aperta al traffico negli ultimi 2km . Personalmente gara un po’ sotto le mie aspettative tempo 2h:48 min. Ho sofferto la prima parte di gara e poi è andata un po’ meglio. Per il resto Ok 🤗👍

 

 

Michele Roselli – classificato 25° di categoria e 178° assoluto

Descrizione gara: Gara lunga e ricca di continui sali scendi nella prima parte, poi lunga salita e successivo tratto veloce in quota. Per finire lunga discesa velocissima su single track divertentissima seguita da un tratto di asfalto degno di un arrivo in volata rubato al ciclismo.

 

 

 

Da: Alessandro Mari classificato 51° di categoria e 391° assoluto

Descrizione gara: Pregara molto rilassato, trascorso allenandomi con la squadra polacca che partecipava ai  campionati mondiali di ferro battuto a Stia , ma arrivato in albergo comincia la tragicommedia:  gomma anteriore a terra nonostante avessi appena cambiato il liquido antiforatura.  Dopo aver constatato la rottura della valvola decido di montare la camera , ma dopo cena,  et voilà, la gomma si sgonfia lentamente. Lancio l’SOS sui social alla ricerca di una camera  d’aria, e il mio amico Federico mi da immediatamente la disponibilità a prestarmela al mattino successivo. Al momento di montarla però, provo a dare qualche pompata per metterla in pressione…  ma la camera non dà alcun segno di vita (secondo me l’ha fatto apposta per eliminare un avversario  pericoloso ;););) A quel punto non mi riamane che partire per il paddock alla ricerca della camera d’aria perduta e, dopo averla rimediata grazie a Enrico Tiberi, posso finalmente entrare in griglia esausto, sfinito e senza aver avuto neanche il tempo di mangiare. Appoggio la bici alla transenna e mi allontano di qualche metro per espletare alcuni improrogabili impegni…che lo spaeaker inizia il countdown della partenza: mai una gioia;). In gara per non farmi mancare niente ho forato al posteriore su uno scolo dell’acqua e solo dopo aver fatto un chilometro a piedi ho trovato un biker che mi dato un’altra camera d’aria. Ciò non toglie che la gara ha un percorso assolutamente al Top, con paesaggi stupendi (le foreste casentinesi hanno un fascino assolutamente unico), degli attraversamenti molto suggestivi e dei single track da sballo, tanto da ritenerla una delle gare più belle tra quelle a cui ho partecipato anche se, conti alla mano, mi è costata più di camere d’aria che di albergo…

 

Talozzi Federico in questa gara non lascia commenti